Magazzino del negozio 'Movie Night'

Pianista

Spielberg fu buonista, Polansky no.

Leggo da inkiostro un post di Spocchia sulle nuove regole del cinema italiano e, che dire, sottoscrivo, sottoscrivo, sottoscrivo!
Punti 5, 12 e 14 in particolare.

Tramite inkiostro scopro il mini-mizer versione lego. Siccome non riesco a fare una versione di me decente, vi lascio in compenso una foto di Patrick McGoohan scattata evidentemente durante le riprese per Il Prigioniero:

foto legoIl numero sei sulla spiaggia del Villaggio; nella mano destra una pistola, nella sinistra una tazza di té preparata con sapienza.

Leggo sul blog di 20 soggetti che il 9 aprile inizieranno le riprese di un film sulla Guida Galattica per Autostoppisti del geniale Douglas Adams. Speriamo in bene, e che non diventi una occasione mancata come Il signore degli anelli.

Dannen le

A ú-erin le regi

Rang ail le iestannen

Lû ail le tegin na hen.

Gwannach o innen ului

Ú lû erui, ului.

You have fallen.
And I cannot reach you.
Ever step I willed you on,
Every moment I lead you to this.
You never left my mind,
Not once, not ever.

Maratona del Signore degli Anelli all’Arcadia multiplex, arriviamo in ritardo di 45 minuti per via di una rotonda senza indicazioni per Melzo (si vede che i cartelli costano), al ritorno la macchina si ingolfa e non vuol partire e tra Parma e Reggio troviamo anche un lavori in corso che ci tiene fermi 20 minuti. Risultato: partenza da Reggio 12.15, ritorno ore 4.35 del giorno successivo.

Viaggio a parte, siamo incredibilmente sopravvissuti all’evento, più o meno 12 ore di cinema con mezz’oretta di pausa tra un film e l’altro. Giudizio molto positivo sulla extended delle Due Torri (Faramir rimane storpiato ma almeno diventa un po’ più coerente), gradevole, superiore agli altri due Il ritorno del re, anche se forse soffre un po’ verso il finale.
Il lamento di Eowyn al funerale di Theodred è meraviglioso.

L’Unico è ora appeso al mio collo, è una sensazione strana e non del tutto piacevole.

La stilografica d’altro canto non vuole saperne di scrivere, proprio quando voglio aggiornare il mio diario di Uru. Dovreste vedere il Grande Zero, è davvero uno spettacolo, ci si può quasi dimenticare di essere in un gioco.

Stamattina ho rilasciato un libro di Verga al “Lalmanacco”, un negozio di cose fatte con la carta che è anche una Crossing Zone ufficiale. Ci ero passato verso Natale per comprare un regalo (un segnalibro in legno dipinto ad acquerello, bellissimissimo) e avevo preso anche qualche libro per la release di Natale.

Passato poi in posta, preso dei fumetti, e tornando indietro mi sono lasciato tentare dall’Unico Anello copiadelfilmautorizzataNewLinecinemaByAcaciaGiuseppe e me lo sono comprato… costava poco, era lì e l’ho preso… sono perduto?

“La finestra di fronte” è veramente un bel film, aiutato moltissimo dalla gran colonna sonora di Andrea Guerra (anche se Giorgia, nel suo brano, poteva sforzarsi un po’ di più). Peccato averlo visto in condizioni da coma totale, e che quindi me lo sono goduto meno di quanto poteva rendere.

Ieri sera partitone megalitico ad Axis and Allies… tipo un Risiko ma all’ennesima potenza. Partita abbandonata alle tre di notte per superiorità (e culo megalitico) degli Alleati, torno a casa, leggo la posta, guardo Il prigioniero, vado a letto col sole che sorge, sveglia a mezzogiorno.

Devo dire che a pranzo non ero in formissima…

Matrix Reloaded è un po’ (tanto) una vaccata, però i combattimenti son carini… ed è un buon modo per passare una serata con i battiti del cuore a mille… la musica unzettara lungo tutto l’arco del film aiuta.
unzunzunzunzunzunzunzunzunzunz…

Yesss!! Once and again sarà messo in onda questa estate da Rai Due! Ritiro tutto quello che ho detto in passato della Rai… *^__^*

Sul versante esami, domani e dopodomani ho le ultime prove della sessione, poi tre corti giorni di riposo prima che ricominci il tormento. Sob.

Libri: consiglio agli amanti del fantasy meno scontato un classico di Jack Vance, la trilogia di Lyonesse: Il giardino di Suldrun, La perla verde, Madouc.

Domani finisce Sisters. Gran telefilm. Devo confessare che oggi, quando è morta Bea, ho dovuto trattenere le lacrime.
Purtroppo La7 non ha repliche in previsione, probabilmente per via dei bassi indici di ascolto; peccato, visto che non penso ci siano VHS o DVD della serie.

Sela Ward è veramente una gran donna, nonché una bravissima attrice. Spero trasmettano presto anche in Italia la sua nuova serie, Once and Again.