«(…)Però, quando sono rimasto un po’ solo, disteso sul terreno duro, a vedervi giocare, comincio a provare il desiderio di essere distinto dagli altri; di essere sollecitato, chiamato da una persona che venga a trovar me, che si senta attratta da me, che non possa stare lontana da me, ma venga da me che siedo sulla sedia dorata, (…) E ritirandoci in una alcova, oppur soli su un terrazzo, chiacchieriamo insieme.
«Ora la marea si abbassa. Ora gli alberi ridiscendono a terra; le onde vivaci che mi percuotono le costole ondulano più dolcemente, e il mio cuore è all’ancora come un vascello le cui vele scivolano giù lentamente sul candido ponte.»

– Virginia Woolf, “Le onde”

Commenti

Nessun commento.

I commenti sono chiusi per questo post.