Cooman??

Ringrazio di aver letto i libri in inglese, perché penso che avrei ruggito di indignazione nel sentire che Sybil Trelawney è diventata in italiano Sibilla Cooman (mi pare che il film usi l’originale; se no, devo averlo filtrato in automatico dalla vergogna).
Capisco (non è vero ma mi adeguo) le necessità di adattamento per i poveri bambini decerebrati italiani che potrebbero morire di shock leggendo il nome originale, ma mi chiedo cosa abbia fatto alla traduttrice la povera Sibilla cumana per storpiare il nome suo e della Trelawney in un colpo solo.

Dopo Dumbledore che diventa Silente e la McGonagall che diventa di McGranitt (in effetti è una traduzione che fa restare di sasso) viene davvero da chiedersi come ha fatto Harry a non diventare Enrico Vasaio.

Commenti »

  1. ricorda che pot significa pentola, quindi sarebbe Enrico Pentolaio, e non Enrico Vasaio.
    Ma anche a me mi ha scioccato leggere i libri in inglese e scoprire traduzioni del genere:
    Rowenna Rawenclaw/ cosetta Corvonero o Nevile Longbotton/ Neville Paciok

    Commento di iio, il superbo fan di hp — 12/4/2007 @ 12:46

  2. Controlla meglio il dizionario d’inglese: potter significa vasaio, e pottery è l’arte della ceramica; pot significa pentola perché le prime pentole erano in coccio, ma significa anche vaso, recipiente, barattolo, brocca…

    Commento di Ian — 12/4/2007 @ 13:03

Lascia un commento

Devi essere connesso per lasciare un commento.